In uscita il nuovo inedito del rapper siciliano Mak girato a Villabate

Redazione

Cronaca

In uscita il nuovo inedito del rapper siciliano Mak girato a Villabate

di Redazione 
In uscita il nuovo inedito del rapper siciliano Mak girato a Villabate

“La mafia è cosa vostra” è il nuovo inedito di Mak, rapper siciliano, in uscita venerdì il prossimo 20 aprile 2018 sulle piattaforme streaming (Youtube, Facebook) e acquistabile online su Spotify, iTunes, Apple Music, Google Play & YouTube Music e molti altri.

Si tratta di un invito alla riflessione contro ogni forma di violenza e contro le mafie. Come dichiarato dall’autore, il testo è stato scritto il giorno dopo la manifestazione del 23 giugno 2017 in memoria della strage di Capaci, per denunciare l’esclusione dal corteo dei ragazzi dei licei Cannizzaro e Garibaldi di Palermo. Gli studenti avevano realizzato striscioni con scritto “Non sieste stato voi, siete stati voi”, che sono stati ritenuti offensivi, nonostante in realtà volessero sottolineare come i partecipanti al corteo rappresentino la vera antimafia, contrariamente a tutte le persone che partecipano a queste giornate solo per fare passerella o usano eventi del genere come trampolino per la campagna elettorale. GUARDA IL VIDEO.

La strumentale è stata prodotta da Spillo, producer e rapper siciliano, realizzando un classico beat hip–hop con richiami alle sonorità del sud ed è stata scritta e arrangiata da Mak, inserendo all’interno del brano un coro composto da 65 voci bianche provenienti dalle scuole primarie “Margherita Navarra” di Monreale e de II circolo didattico del comune di Villabate.

La realizzazione del videoclip è a cura di Alessio Messina in collaborazione con Gabriele Gumina per le riprese aeree. Al progetto hanno preso parte, oltre alle scuole anche i comuni di Monreale, San Giuseppe Jato e Villabate che hanno fornito supporto logistico, hanno autorizzato le riprese sul suolo pubblico – come ad esempio il Giardino della memoria situato nel territorio di San Giuseppe Jato, bunker dov’è stato segregato per 180 giorni, fino al giorno della sua uccisione, il piccolo Giuseppe Di Matteo – e hanno realizzato delle vere e proprie manifestazioni contro la mafia con più di 200 bambini nelle piazze centrali di Villabate e Monreale.L’iniziativa è stata sponsorizzata dai comuni di Monreale, Villabate e San Giuseppe Jato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it