Palermo, taglio del nastro per il nuovo pronto soccorso del Civico

Redazione

Palermo e provincia

Palermo, taglio del nastro per il nuovo pronto soccorso del Civico

di Redazione 
Palermo, taglio del nastro per il nuovo pronto soccorso del Civico

“Il Pronto soccorso è un canale di collegamento fra il territorio e le strutture ospedaliere per la gestione delle emergenze. Purtroppo questo canale diventa spesso un imbuto, con un sovraccarico di presenze, frutto a volte di carenza di strutture sul territorio o a volte di disinformazione e abuso da parte dell’utenza. Il tutto genera spesso tensioni di cui a fare le spese sono tanto i pazienti, quanto gli operatori della Sanità, ingiustamente additati quali responsabili di una situazione che ha, invece, ragioni di tipo strutturale. Oggi, questa nuovo edificio raccoglie l’invito che è venuto appunto dagli operatori sanitari e fatto proprio dal Comune e dall’Anci, perché finalmente si abbia rispetto per coloro che in questa struttura vengono per essere ricoverati o per accompagnare i propri cari e, allo stesso tempo, permetta al personale sanitario di operare in condizioni di sicurezza e serenità”.

Lo ha dichiarato il sindaco di Palermo e presidente Anci Sicilia, Leoluca Orlando, in occasione della cerimonia di inaugurazione della nuova ala del Pronto soccorso dell’Ospedale Civico, alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci e dell’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza.

“Dobbiamo ringraziare tutti quelli che hanno lavorato per questo risultato e sopratutto i pazienti che hanno sopportato i disagi dovuti ai lavori – ha detto Giovanni Migliore, manager dell’ospedale Civico -. Questa è una struttura all’avanguardia. Ci sono aree di trattamento ma anche di terapia intensiva, a fine anno ci sarà anche una radiologia al piano”.

La nuova area d’emergenza si estende su circa 2 mila metri quadrati e ospita in totale 50 posti letto tecnici. Sono state inoltre realizzate una “shock room” con due postazioni, un’area di isolamento per gli infettivi ed una zona di “bonifica” pazienti con barella doccia. Il nuovo pronto soccorso oltre ad essere il più grande dell’isola, si colloca tra i primi in Italia e consente di garantire un’assistenza ad alta specializzazione alle decine di migliaia di pazienti che ogni anno si affidano alle cure dei nostri professionisti. La nuova area d’emergenza permette anche di distinguere i pazienti in ragione della gravità, offrendo un percorso separato per quelli in codice verde, articolato su cinque ambulatori dedicati alla bassa intensità di cura, di cui uno concepito per colloqui psichiatrici. Il collegamento al laboratorio di analisi cliniche viene assicurato con un sistema di posta pneumatica per la trasmissione delle provette dei prelievi ematici. Sono stati impiegati circa 5000 metri quadrati di rivestimento in linoleum e ceramica, 50.000 metri lineari di cavi elettrici, 400 plafoniere a led per l’illuminazione, 70 unità di climatizzazione collegate, attraverso 2000 metri quadrati di canali per l’aerazione, a due impianti di trattamento a ricambio d’aria con recupero di calore.

Particolare attenzione è stata dedicata alla sicurezza dei pazienti e degli operatori, le porte sono munite di serratura elettromagnetica comandata da badge personali, gli ambienti sono video sorvegliati con un sistema di registrazione continua e gli accessi all’area d’emergenza sono filtrati da porte a doppio consenso controllate da agenti di vigilanza armati. Si tratta dell’ultimo stralcio dei lavori di ristrutturazione, appaltati a fine 2016, per un totale di 4 milioni di euro e che hanno consentito il raddoppio della superficie utile.

PRONTO-SOCCORSO-CIVICO PRONTO-SOCCORSO-CIVICO2 PRONTO-SOCCORSO-CIVICO3 PRONTO-SOCCORSO-CIVICO4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it