La parabola dell’orsacchiotto, come la sciatteria di alcuni danneggia tanti

Redazione

Palermo e provincia

La parabola dell’orsacchiotto, come la sciatteria di alcuni danneggia tanti

La parabola dell’orsacchiotto, come la sciatteria di alcuni danneggia tanti
domenica 21 Ottobre 2018 - 09:59

L’immagine che vedete ci ha colpito e vi spieghiamo il perché. Niente di tragico, per carità, perché abbiamo visto di peggio quando si tratta di rifiuti, ma segno che le cose in questa terra non cambieranno mai. La sciatteria di alcuni penalizza molti. Basta uno spiazzale libero perchè si trovino rifiuti di ogni genere, succede ovunque. Non c’è paese della provincia di Palermo che non sia devastato dai rifiuti. C’è chi sta meglio come Giardinello in testa alla classifica dei paesi più virtuosi per raccolta differenziata, c’è chi sta peggio perché proprio non riesce a risolvere l’annoso problema dei rifiuti.
Di questa situazione ve ne avevamo già parlato in passato, nulla di nuovo. I controlli ci sono, ma basta un attimo di distrazione che arriva il primo cittadino non curante delle regole e getta il sacco dell’indifferenziata alla prima aiuola sotto casa. E così, il gesto di poche persone colpisce tutta la collettività perché quei rifiuti restano lì per giorni, settimane o mesi. Troppo difficile fare una corretta differenziata, troppo complesso sperare la plastica dal vetro. No, meglio buttare tutto dietro un angolo. Stavolta ci ha colpito una scena che sintetizza un po’ quello succede ogni giorno: l’abbandono di un orsacchiotto. Direte, e allora? Allora quell’orsacchiotto sarà stato di qualche bimbo, avrà fatto compagnia per interi pomeriggi. Poi, non è servito più e la soluzione migliore per qualcuno è stato gettarlo tra i rifiuti, invece che donarlo al reparto di pediatria dell’Ospedale dei bambini di Palermo.
Ecco quell’orsacchiotto gettato in strada è la parabola della nostra vita. Non facciamo nulla per gli altri, non regaliamo un sorriso agli altri, figurarsi un futuro migliore ai nostri figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it