Chiusa la sesta vasca di Bellolampo ed è subito emergenza rifiuti

Redazione

Cronaca

Chiusa la sesta vasca di Bellolampo ed è subito emergenza rifiuti

Chiusa la sesta vasca di Bellolampo ed è subito emergenza rifiuti
mercoledì 31 Ottobre 2018 - 10:49

Raccolta a singhiozzo a causa della chiusura della sesta vasca di Bellolampo e in poche ore è tornata l’emergenza rifiuti in città. Cassonetti stracolmi d’immondizia in via Ernesto Basile e zona universitaria, a Villa Tasca, Falsomiele, via Gustavo Roccella, corso Tukory alal Guadagna e in generale in tutta la zona sud della città
Tra Comune e Regione è ormai scontro sulle competenze. Dopo le richieste di intervento rivolte alla Regione da parte del Comune, interviene ora il governatore Nello Musumeci: “Per stile istituzionale, non sono aduso a polemizzare con i rappresentanti istituzionali, ma, per favore, qualcuno spieghi al sindaco Orlando che le mie competenze commissariali per i rifiuti riguardano la settima vasca di Bellolampo, da realizzare. La sesta vasca, ormai colma, è di proprietà del Comune e quindi nella gestione della Rap. Essa riceve i rifiuti della Città di Palermo e dei Comuni del Palermitano. Pertanto, la competenza a evitare l’emergenza in atto è solo ed esclusivamente del sindaco del capoluogo, cui spetta il potere-dovere di emanare un’ordinanza che autorizzi, seppur per pochi giorni, l’utilizzo della medesima discarica”.

Il Comune di Palermo in una nota ha precisato che “i servizi di raccolta dei rifiuti in città proseguiranno senza interruzione”, così come concordato dopo un tavolo tecnico tra il sindaco Leoluca Orlando e l’amministratore unico della Rap Giuseppe Norata. “I compattatori che servono la raccolta dei rifiuti in città stanno regolarmente conferendo nella discarica di Bellolampo – afferma Norata -. Per questa notte, è stato dato mandato di effettuare il servizio regolarmente ed eventualmente lasciare carichi i compattatori qualora, non potessero accedere in discarica. Si auspica che, come già sollecitato dal vice Sindaco Sergio Marino, venga emanata da parte del Presidente della Regione apposita ordinanza per evitare che si possa bloccare definitivamente il conferimento dei rifiuti dell’ indifferenziato a Bellolampo con la ricaduta a cascata sul servizio di raccolta in tutta la città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it