L’uomo ucciso nella notte a Falsomiele: la polizia ferma la moglie e due figli della vittima

Redazione

Palermo e provincia

L’uomo ucciso nella notte a Falsomiele: la polizia ferma la moglie e due figli della vittima

di Redazione 
L’uomo ucciso nella notte a Falsomiele: la polizia ferma la moglie e due figli della vittima

Sarebbero state tre le persone che questa notte hanno accoltellato a morte Pietro Ferrera, un ex militare di 45 anni in pensione. L’omicidio questa notte in via Falsomiele. Secondo gli investigatori ad impugnare i coltelli oltre alla moglie sarebbero stati anche due dei loro quattro figli. Mario e Vittorio, di 20 e 21 anni. Altri due figli minorenni avevano passato la notte da parenti.

La donna avrebbe preso un coltello e avrebbe ripetutamente colpito l’uomo mentre dormiva. Agli agenti la donna avrebbe detto di avere ucciso il marito perchè stanca delle continue liti. Inizialmente sembrava che uno dei figli fosse intervenuto in auto del padre, ma con il passare delle ore la posizione dei due giovani si è aggravata. Al fermo come indiziata di delitto di Salvatrice Spataro si è aggiunto quello dei due figli. Tutti avrebbero colpito Pietro Ferrera.

“Abbiamo fermato oltre alla madre anche i due figli di 20 e 21 anni che hanno confessato e partecipato all’omicidio – dice Rodolfo Ruperti, capo della Squadra mobile -. Stiamo cercando di capire fino in fondo le motivazioni che hanno portato a questo gesto di assoluta follia. Madre e figli parlano di maltrattamenti che andavano avanti da anni – spiega Ruperti – ma di cui noi non abbiamo assolutamente traccia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it