A Misilmeri manca l’acqua nelle case, ma in compenso ci sono i pesci

Redazione

Palermo e provincia

A Misilmeri manca l’acqua nelle case, ma in compenso ci sono i pesci

A Misilmeri manca l’acqua nelle case, ma in compenso ci sono i pesci
giovedì 31 Gennaio 2019 - 13:32

Un problema atavico che si ripropone con una certa cadenza. A Misilmeri manca l’acqua dai rubinetti e molte abitazioni sono a secco da giorni. Ci si organizza come si può per far fronte ad un’emergenza senza fine, ma i cittadini sono esasperati. La mancanza di erogazione di acqua è un problema per gli abitanti che sono costretti a comprare l’acqua dalle autobotti. Un aggravio e una beffa per chi oltre a pagare la bolletta dell’acqua è costretto a pagare anche i privati.

Appena due settimane fa gli operai comunali hanno sospeso l’acqua a causa di interventi manutentivi  eseguiti nella condotta di adduzione idrica. Un paio di giorni che hanno portato ad un ulteriore disagio alla popolazione. Adesso che l’acqua sembra essere ritornata in molte case, c’è chi lamenta la difficoltà ad avere una regolare erogazione dal rubinetto, soprattutto coloro che vivono ai piani più alti. Eppure, fa sorridere che all’inaugurazione del nuovo palazzo della Cultura di Misilmeri, che ospiterà anche la biblioteca comunale, sia stata scoperta l’immagine di un pesce stilizzato. L’opera di Giusto Sucato, riprodotta dall’artista Igor Scalisi Palminteri, è  sui muri del palazzetto. Per i residenti sembra quasi una beffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it