Bagheria, scritte inquietanti contro un circolo della Lega di Salvini

Redazione

Palermo e provincia

Bagheria, scritte inquietanti contro un circolo della Lega di Salvini

Bagheria, scritte inquietanti contro un circolo della Lega di Salvini
lunedì 04 Febbraio 2019 - 11:55

“Questa mattina a Partinico, ad un gazebo della Lega allestito in piazza Duomo, un tunisino si è scagliato verbalmente contro un militante e lo ha minacciato di morte dicendo: ‘ti taglio la testa, ti apro tutto…’. L’autore della brutale aggressione è scappato immediatamente, dileguandosi nel giro di pochi istanti. E’ intervenuta la polizia, che sta indagando per risalire all’identità dell’uomo”. A parlare è Igor Gelarda, capogruppo della Lega in consiglio comunale a Palermo, nonché responsabile regionale enti locali del partito guidato dal vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini. “L’aggressione subìta dal militante della Lega a Partinico – dice Gelarda – si somma ad altri due brutti episodi avvenuti nelle ultime 48 ore a Bagheria e sempre ai danni dei nostri militanti. Fra venerdì e sabato, infatti, è comparso un messaggio inquietante scritto con un pennarello rosso all’ingresso della sede del circolo leghista bagherese. Ed un altro messaggio, ben più minaccioso del precedente, è stato invece inciso con un chiodo ed indirizzato ad una nostra rappresentante. Anche a Bagheria è intervenuta la polizia, con indagini in corso da parte della Scientifica per risalire agli autori delle intimidazioni.

Sull’argomento è intervenuto anche  Tony Rizzotto, deputato regionale della Lega: “Di fronte ai sempre più frequenti e vili attacchi ai militanti della Lega per Salvini Premier, sarebbe opportuno che i rappresentanti delle Istituzioni, della Politica e del Sindacato dicano che nessuno, bianco o nero che sia, può permettersi di contrapporsi con atti di violenza a chi sta esprimendo una idea politica, sia essa più o meno condivisibile. Quanto avvenuto in queste ore a Partinico e a Bagheria è inaccettabile e ci saremmo aspettati una reazione di condanna unanime dal mondo politico e istituzionale, ma spesso questi “mondi” rappresentativi delle diverse facce della società sembrano non vedere o dimostrano di avere una visione distorta di questi gravi episodi di gratuita violenza”, dice. “La Lega è sempre per il rispetto delle leggi e delle regole; sempre e in ogni caso e non, come ormai frequentemente accade, solo quando appare mediaticamente vantaggioso vestire i panni di paladino della Giustizia e della Legalità”, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it