Dalla provincia di Palermo inizia la scalata della Lega in Sicilia

Redazione

Politica

Dalla provincia di Palermo inizia la scalata della Lega in Sicilia

Dalla provincia di Palermo inizia la scalata della Lega in Sicilia
sabato 16 Febbraio 2019 - 20:54

La Lega si struttura in maniera sempre più solida in Sicilia e lo fa a partire da Palermo e provincia, dove in dieci comuni sono stati nominati i coordinatori cittadini del partito. A sceglierli Igor Gelarda, nella doppia veste di responsabile regionale Enti locali del Carroccio e capogruppo in Consiglio comunale a Palermo, affiancato dal vice Elio Ficarra, coordinatore provinciale Enti locali e consigliere a Sala della Lapidi. A Palermo, il vice coordinatore cittadino è Andrea Aiello, 39 anni, che rappresenterà il partito anche a Bagheria e Carini. A Santa Flavia, il coordinatore è Giuseppe Tripoli, dottore commercialista, presidente del Consiglio comunale, mentre a Misilmeri il coordinatore è Giusto Lo Franco, ex poliziotto e consigliere comunale ed è proprio a Misilmeri la Lega spera di trovare un alto numero di consensi. Rita Pizzo, invece, responsabile di un punto Enel, rappresenterà il partito a Belmonte Mezzagno. A Campofelice di Roccella, il coordinamento cittadino è stato affidato a Vito Lanza, dottore commercialista e consulente bancario, già consigliere provinciale eletto nel collegio delle Madonie. A Baucina, il coordinamento è affidato a Giovanni La Barbera, imprenditore agricolo e consigliere comunale. A Roccapalumba, invece, incarico a Giuseppe Gattano, consigliere comunale e caporale maggiore dell’Esercito, mentre ad Alia e Prizzi i coordinatori sono rispettivamente Rosolino Ortolano, imprenditore, e Mario Canale, impiegato in una società nel settore dei rifiuti. “L’esercito del cambiamento che stiamo mettendo insieme – dice Gelarda – servirà a far sì che la rivoluzione del buonsenso del partito guidato da Matteo Salvini si incardini sempre di più in Sicilia. Il consenso nella Lega cresce di giorno in giorno e le iniziative da portare avanti nell’Isola sono tantissime”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it