Sindaci sul piede di guerra chiedono a Musumeci di intervenire sulla viabilità siciliana

Redazione

Palermo e provincia

Sindaci sul piede di guerra chiedono a Musumeci di intervenire sulla viabilità siciliana

Sindaci sul piede di guerra chiedono a Musumeci di intervenire sulla viabilità siciliana
sabato 16 Febbraio 2019 - 20:34

Riaprire una strada chiusa da un decennio. E’ l’appello che lancia da una tenda in mezzo alla neve, dove ha trasferito il suo ufficio di primo cittadino, il sindaco di Polizzi Generosa, Giuseppe Lo Verde. destinatario della richiesta, il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci. “Presidente ci venga a trovare, venga a vedere di persona che cosa significa abitare sulle Madonie, si venga ad accertare che cosa significa sulle Madonie vivere da tredici anni con la strada più importante dell’economia interrotta senza un perchè – dice – presidente Musumeci venga a trovarci. Noi l’aspettiamo perché abbiamo bisogno della sua voce, del suo intervento per sbloccare una storia che da tredici anni si tiene nel silenzio”. Da questa mattina il primo cittadino lavora fra la neve e il ghiaccio, insieme agli assessori della sua Giunta, ai vigili urbani e diversi cittadini che presidiano la tenda. “Chiediamo la immediata apertura della strada che collega Polizzi a Piano Battaglia perché non si può tenere un paese isolato da un suo territorio così importante quale Piano Battaglia”, ribadiscono.

Stesso discorso per gli altri sindaci della provincia di Palermo che hanno chiesto a gran voce l’intervento del governo regionale in merito al recupero delle strade provinciali e statali. Interventi urgenti si chiedono sulla strada statale 121 con la riapertura dei cantieri. E ancora, sulle strade che collegano i paesi di Campofelice di Fitalia, Roccapalumba e Mezzojuso. “E’ ora di far sentire a gran voce la nostra sofferenza ad unirsi ed affiancare l’amministrazione affinché vengano riconosciuti quelli che sono i diritti base e fondamentali dei cittadini del territorio  dicono i sindaci -. Serve una mobilitazione generale, così da smuovere finalmente le coscienze di chi questo territorio deve attenzionarlo, senza se e senza ma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it