Sottosegretario Gaetti: “Palermo è una città che sta reagendo alla mafia”

Redazione

Palermo e provincia

Sottosegretario Gaetti: “Palermo è una città che sta reagendo alla mafia”

Sottosegretario Gaetti: “Palermo è una città che sta reagendo alla mafia”
giovedì 21 Febbraio 2019 - 10:04

“Palermo è una città che ha degli elementi utili da studiare per tutta Italia. Sto vedendo una città che sta reagendo”. Così il sottosegretario all’Interno Luigi Gaetti incontrando la stampa alla Prefettura di Palermo. Oggi ha visito l’agenzia dei beni confiscati del capoluogo ma anche l’hotel San Paolo e la villa Santa Teresa di Bagheria, entrambi confiscati. “Faremo le opportune valutazioni per mettere attorno al tavolo gli elementi utili da potere essere trasportati in altri contesti – ha aggiunto -. Abbiamo visto oggi la sede dell’agenzia dei beni confiscati di Palermo con il personale e ora ci sarà una riorganizzazione completa dell’agenzia, si paserà da 30 a 300 dipedenti. E importante che a Palermo ci sia un nucleo ben informato. Siamo qui per capire le criticità sui beni confiscati, stiamo lavorando in maniera molto attenta. Da questo momento assegneremo quattro appartamenti alla Prefettura di Palermo. Siamo in prima linea per rilanciare il riutilizzo sociale dei beni confiscati alla mafia e alla criminalità organizzata: è un valore culturale, etico ed educativo che abbiamo il dovere di compiere con forza. Infatti, la re-immissione nel circuito dell’economia legale degli immobili e delle aziende confiscate alla criminalità organizzata costituisce un segnale positivo per la comunità, di vittoria dello Stato e della legalità”. conclude Gaetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it