Villabate, le polemiche sul presidente del Consiglio, Bua: “Dimettiti, hai fallito”

Redazione

Politica

Villabate, le polemiche sul presidente del Consiglio, Bua: “Dimettiti, hai fallito”

Villabate, le polemiche sul presidente del Consiglio, Bua: “Dimettiti, hai fallito”
venerdì 01 Marzo 2019 - 15:01

Non si placano le polemiche nei confronti del presidente del Consiglio di Villabate Giovanni Pitarresi, accusato da molti di essere poco obiettivo e non al di sopra delle parti, nel ruolo che rappresenta. Facendo riferimento alle dichiarazioni rilasciate durante un’intervista del mensile “Statale 113″ da parte del presidente Pitarresi, il consigliere di Diventerà Bellissima Dario Bua, ha lanciato una serie di attacchi politici a Pitarresi.

“Per quanto riguarda la conduzione del Consiglio Comunale, ho ricordato durante i lavori, che il presidente ha il compito di gestire l’organo che presiede e far rispettare leggi e regolamenti previsti per la gestione dello stesso. La mia affermazione poneva l’accento su una gestione dove, tutto era dimostrato tranne il fatto che Giovanni Pitarresi gestisce il suo ruolo rappresentando tutti i Consiglieri Comunali ponendosi al di sopra delle parti, senza dimostrare nessun equilibrio. Con spregio alle leggi e i regolamenti, il presidente del Consiglio comunale ha adottato dei suoi parametri personali non tollerabili. Parlo di tempi concessi per gli interventi con suoi parametri personali, danneggiando spesso i contenuti degli stessi e utilizzando a proprio piacimento due pesi e due misure”.

“Il presidente Pitarresi, nella sua intervista ammette che ha utilizzato alcune deroghe, peccato che queste non sono contemplate in nessun regolamento e che ciò avvalora la mia tesi di una gestione molto approssimativa e personale del Consiglio Comunale. Per quanto riguarda la sua verità sul fatto che il sottoscritto scalpita per conquistare qualche poltrona, rispondo con i fatti che hanno caratterizzato la mia azione politica in questi anni. Mai e poi mai ho avuto come obiettivo un ingresso in maggioranza nell’amministrazione Oliveri. Sono stato eletto dal popolo e pur avendo ottenuto un successo numerico personale, come negli anni precedenti e in tutte le competizioni elettorali, aumentando sempre i miei consensi, per mia indole politica e per rispetto di chi ha scelto i miei programmi, votandomi, non mi sono posto assolutamente l’obiettivo di fare ribaltoni o cambi di casacca”.

“In questi quattro anni, per scelta, sono stato presente nei banchi dell’opposizione. Nonostante ciò, per il bene di Villabate, alcune volte, ritenendo e valutando giusti alcuni provvedimenti oltre per senso di responsabilità, ho votato favorevolmente alcune iniziative, dimostrando equilibrio e lungimiranza politica. Pur avendone avuto le possibilità in passato, non ho mai accettato cambi di schieramenti o di partiti politici e cordate”.

“In questo momento manca tutto a Villabate ma non certo le feste corredate da selfie. Ha vinto un tipo di politica vecchia e di basso livello poiché ancora oggi c’è chi, pur di aumentare il proprio consenso, distribuisce denaro dei cittadini alle solite associazioni per le solite attività ludiche”.

Ricordo a Giovanni Pitarresi le gravi irregolarità che ha commesso durante questi anni, mi riferisco al Palchetto della Musica, che ha subito iniziative di Pitarresi quali il taglio della ringhiera della terrazza soprastante o della tinteggiatura con relativo cambio di colore di una sola parete dello stesso. Probabilmente pensava di essere il padrone del Palchetto della Musica dimenticando che è un bene della popolazione villabatese e che comunque lo stesso è vincolato dalla sovraintendenza ai beni culturali e che non può assolutamente essere oggetto di interventi senza le relative autorizzazioni”.

“I cittadini villabatesi, ormai sono maturi per valutare e capire la qualità di chi gli sta di fronte, ormai questi bluff non servono a ingannare nessuno […]. Caro Giovanni Pitarresi, hai fallito miseramente il tuo mandato politico e amministrativo. Sarebbe più che opportuno, anziché attaccare tutti e tutto, con uno scatto di orgoglio personale, prendendo atto del tuo fallimento, di rassegnare le dimissioni e andare a casa”.

Un commento a “Villabate, le polemiche sul presidente del Consiglio, Bua: “Dimettiti, hai fallito””

  1. Andrea ha detto:

    Leggo sempre volentieri ma non senza fatalismo, i vari post che vogliono essere dibattiti politici, il mio compiacimento nasce dalla constatazione che ancora oggi ci sono persone che credono alla dialettica, alla forma, a fare sul serio la politica, a volere governare un paese con trasparenza ed equità, a metterci la faccia, e mettersi a servizio dei cittadini. Sarei felice se questi dibattiti portassero ad un vero esame di coscienza, a far riflettere gli elettori e che questi scegliessero i propri delegati in nome della loro serietà, professionalità politica e capacità, purtroppo la mia lunga esperienza da cittadino e da ex attivista politico sono rassegnato, il fatalismo la fa da padrone, ad ogni consultazione elettorale si vota per amicizia, parentela, conoscenza superficiale “mi hanno detto che il sig, tal dei tali è cognato di…è il fratello o il genero o il suocero o il fidanzato di…” come su scritto , la società è riuscita cambiarmi. Sono fatalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it