Da Villabate a Isola delle Femmine, ecco come cambia il lungomare di Palermo

Redazione

Cronaca

Da Villabate a Isola delle Femmine, ecco come cambia il lungomare di Palermo

di Redazione 
Da Villabate a Isola delle Femmine, ecco come cambia il lungomare di Palermo

La proposta varata dalla Giunta prevede che le aree della costa cittadina, da Villabate a Isola delle Femmine, siano suddivise in diversi lotti da assegnare tramite bando pubblico per periodi di 6 anni. In particolare sono previsti circa 80 lotti per complessivi 180 mila metri quadri, che saranno destinati a: 45 spiagge attrezzate; 11 punti di ristoro; sei ristoranti; campi sportivi da spiaggia. Previste inoltre la realizzazione di una pista ciclabile da 25 chilometri parallela alla costa, l’esproprio della strada privata che porta a Capo Gallo, un parco alla foce del Fiume Oreto ed una cittadella della nautica.

Ovviamente non tutta l’area di costa è interessata dal PUDM, che deve tenere conto dei vincoli urbanistici già esistenti e della presenza delle concessioni demaniali marittime rilasciate in passato, spesso per usi estranei alla fruizione del mare. Ciascuna concessione non potrà superare i tremila metri quadri e dovrà alternarsi con aree destinate alla libera fruizione. I Bandi di assegnazione delle aree, salvo pochissimi casi, potranno essere fatti solo dopo la scadenza delle concessioni tutt’ora vigenti, prevista nel 2020.

“Per la costa palermitana – afferma il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando – può essere una vera rivoluzione, con il mare finalmente restituito e fruibile dai cittadini. Speriamo che fino alla approvazione definitiva del PUDM nessuno pensi di fare o autorizzare altre cose che andrebbero in direzione opposta. Questo Piano si presta a diventare un altro strumento per lo sviluppo di Palermo sempre più in chiave turistica, legata al rispetto e alla valorizzazione del territorio”.

Soddisfazione per l’approvazione dell’atto è stata espressa dall’Assessore Marino, che ha simbolicamente “passato il testimone” al suo successore Giusto Catania. “Il Piano è uno straordinario strumento di pianificazione – hanno detto – che rende evidente quale è la direzione verso la quale la città vuole andare; una direzione fortemente voluta dai cittadini in questi anni hanno dato vita a comitati ed associazioni per la riappropriazione e la tutela della costa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su villabatepress

redazione@madoniepress.it