Dai uno sguardo fianco a fianco ai documenti riservati di Trump e Biden

Esposizione a elementi potenziali classificati La scoperta negli uffici di un think tank precedentemente utilizzato dal presidente Joe Biden ha sollevato interrogativi su come la situazione sia paragonabile al sequestro dello scorso anno. Centinaia di documenti declassificati da Mar-a-Lago, Florida, casa dell’ex presidente Donald Trump.

Ecco uno sguardo fianco a fianco delle somiglianze e delle differenze tra i due scenari:

Di quanti documenti classificati stiamo parlando?

BIDEN: Un “piccolo numero di documenti con identificazione riservata” è stato trovato in un armadio chiuso a chiave presso il Ben Biden Center for Diplomacy and Global Engagement, un think tank di Washington, il 2 novembre 2022, quando gli avvocati personali di Biden li stavano rimuovendo. uffici, secondo il consigliere speciale del presidente Richard Saber.

Biden ha mantenuto un ufficio al Penn Center dopo aver lasciato la vicepresidenza nel 2017, fino a poco prima di lanciare la sua campagna presidenziale del 2020. Era affiliato con l’Università della Pennsylvania e operava indipendentemente dall’amministrazione Biden.

Trump: da quando Trump ha lasciato l’incarico nel gennaio 2021, sono stati recuperati circa 300 documenti con contrassegni di classificazione, inclusi alcuni a livello di top secret.

Nel gennaio 2022, la National Archives and Records Administration ha recuperato 15 scatole I documenti contenevano materiale classificato “sostanziale” per i funzionari della giustizia. Ad agosto, gli agenti dell’FBI hanno sequestrato circa 33 scatole e container 11.000 documenti da Mar-a-Lago, di cui circa 100 con contrassegni di classificazione trovati in un magazzino e in un ufficio.

Quanto velocemente sono stati trasferiti i documenti classificati?

Biden: I suoi avvocati personali hanno immediatamente allertato l’ufficio del consiglio della Casa Bianca, che ha informato la NARA, che ha preso in custodia i documenti il ​​giorno successivo, ha detto Saber.

“Da quella scoperta, gli avvocati personali del presidente hanno collaborato con gli archivi e il Dipartimento di giustizia nel processo per garantire che i documenti dell’amministrazione Obama-Biden rimangano in possesso degli archivi”, ha detto Saber.

READ  Il produttore di ABC News This Week muore a 37 anni - The Hollywood Reporter

Trump: un rappresentante di Trump ha detto a NARA nel dicembre 2021 che i documenti presidenziali sono stati scoperti a Mar-a-Lago, quasi un anno dopo che Trump ha lasciato l’incarico. Quindici casse di tronchi contenenti materiale classificato sono state spostate da Mar-Lago a Nara a gennaio.

Pochi mesi dopo, gli investigatori del Dipartimento di Giustizia e dell’FBI hanno visitato Mar-a-Lago per ottenere maggiori informazioni sul materiale classificato trasportato in Florida. Le autorità federali hanno anche emesso citazioni in giudizio per alcuni documenti che si ritiene fossero nella tenuta.

Nell’agosto 2022, gli agenti dell’FBI hanno recuperato 33 scatole dal Mar-a-Lago che avevano perquisito. La perquisizione è avvenuta dopo che gli avvocati di Trump hanno fornito una dichiarazione giurata secondo cui tutti i documenti del governo erano stati restituiti.

Un presidente può essere accusato di ritrovamento di documenti?

Biden: Sebbene nell’ufficio di Biden siano stati trovati materiali classificati, non vi è alcuna indicazione che Biden sapesse dell’esistenza dei documenti prima che venissero ritirati.

La direzione ha anche affermato che i record sono stati capovolti lo stesso giorno in cui sono stati scoperti, senza secondi fini. Questo è importante perché la magistratura ha storicamente determinato se portare accuse penali per cattiva gestione intenzionale o intenzionale di segreti governativi.

Ma mentre il Dipartimento di Giustizia ha ritenuto il caso perseguibile sulla base delle prove, l’Ufficio del Consiglio Legale del Dipartimento di Giustizia ha concluso che un presidente è immune da procedimenti giudiziari durante il suo mandato. L’ex consigliere speciale Robert Mueller ha citato una guida per decidere se Trump dovesse essere accusato nell’ambito dell’indagine del 2016 sulla possibile collusione tra la campagna di Trump e la Russia.

Il procuratore generale Merrick Garland ha chiesto a John Lash, il procuratore degli Stati Uniti per il distretto settentrionale dell’Illinois, uno dei pochi avvocati statunitensi in attesa dall’amministrazione Trump. materia ma non autorizzato a discuterne pubblicamente.

READ  Come Apple ha finora evitato i licenziamenti: assunzioni snelle, niente pranzi gratis

Trump: l’ex presidente affronta l’ostruzione nella lunga battaglia per recuperare i documenti da solo Inoltre, poiché non è più in carica, non gli è concessa l’immunità da potenziali azioni legali applicabili a un presidente in carica.

A novembre, Garland ha nominato Jack Smith. Un veterano procuratore per crimini di guerra con esperienza nelle indagini sulla corruzione pubblica per condurre indagini su aspetti chiave di un’indagine separata che coinvolge la conservazione di documenti classificati da parte di Trump, nonché il colpo di stato del 6 gennaio 2021 e i tentativi di ribaltare le elezioni del 2020.

Cosa hanno da dire i presidenti sulla scoperta dei documenti?

BIDEN: Rispondendo alle domande dei giornalisti al vertice dei leader nordamericani in Messico martedì, Biden si è detto “sorpreso” di apprendere della scoperta di documenti sul suo think tank. Ha detto di non sapere cosa ci fosse nel contenuto, ma ha preso i documenti classificati “molto sul serio”.

Ha detto che la sua squadra ha agito in modo appropriato trasferendo rapidamente i documenti.

“Hanno fatto quello che dovevano fare”, ha detto Biden. “Hanno immediatamente chiamato gli archivi”.

A settembre, Biden ha raccontato a “60 Minutes” della CBS la situazione con Trump La scoperta di documenti riservati a Mar-a-Lago ha sollevato la preoccupazione che i dati sensibili fossero stati compromessi e l’ha definita “irresponsabile”.

Trump: Trump a volte ha affermato di avere documenti riservati che portava con sé, ma non ha offerto alcuna prova di ciò. Ha detto in un’intervista a Fox News A settembre un presidente potrebbe classificare il materiale “pensandoci”.

L’ex presidente ha definito la ricerca di Mar-a-Lago un “raid senza preavviso” che era “non necessario o inappropriato” e rappresentava “tempi bui per la nostra nazione”.

READ  Gli Stati Uniti hanno raggiunto il tetto del debito in mezzo a una situazione di stallo tra repubblicani e democratici

Per quanto riguarda Biden, Trump è intervenuto lunedì sul suo sito di social media, chiedendo: “Quando l’FBI farà irruzione nelle molteplici case di Joe Biden, forse anche alla Casa Bianca?”

Quali sono le implicazioni politiche della scoperta dei documenti?

Biden: Sebbene sia improbabile che influisca sulla decisione del Dipartimento di Giustizia di incriminare Trump nel suo stesso caso, la pubblicazione del dossier di Biden potrebbe intensificare i sospetti tra i repubblicani e altri che già criticano le indagini dell’ex presidente come politicamente motivate.

Ci sono anche potenziali cambiamenti in un nuovo Congresso controllato dal GOP, in cui i repubblicani hanno promesso di avviare indagini ad ampio raggio sull’amministrazione di Biden.

Il rappresentante Jim Jordan, presidente del potente comitato giudiziario della Camera, ha dichiarato lunedì che il pubblico americano meritava di sapere della divulgazione di documenti riservati di Biden. Il repubblicano dell’Ohio è tra i repubblicani della Camera che spingono per la creazione di un “sottocomitato ristretto sugli armamenti del governo federale” all’interno del comitato giudiziario.

Rappresentante Mike Turner, Il massimo repubblicano dell’House Intelligence Committee ha chiesto alla comunità dell’intelligence statunitense di condurre una “valutazione dei danni” dei documenti trovati al Penn Center.

Trump: subito dopo, Trump e i suoi sostenitori hanno colto la ricerca di Mar-a-Lago come un attacco partigiano ai democratici che da tempo lo volevano fuori dall’incarico.

Durante il lancio della sua campagna del 2024 a novembre, quando gli stessi agenti del club hanno cercato per mesi prima, Trump ha fatto riferimento alle indagini contro di lui, presentandosi come la “vittima” di pubblici ministeri ribelli e del “disordine, putrefazione e corruzione di Washington”.

___

Meg Kinnard è raggiungibile all’indirizzo http://twitter.com/MegKinnardAP

___

Gli scrittori dell’Associated Press Eric Tucker e Jake Miller a Washington hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *