Gli Stati Uniti richiedono test Covid negativi per i viaggiatori provenienti dalla Cina

Temendo che un’ondata di infezioni da coronavirus a Pechino potesse creare una nuova e pericolosa variante, l’amministrazione Biden ha annunciato mercoledì che i viaggiatori provenienti dalla Cina, inclusi Hong Kong e Macao, devono fornire test Covid-19 negativi prima di entrare negli Stati Uniti. Negli States.

Il requisito entrerà in vigore il 5 gennaio, hanno affermato i Centers for Disease Control and Prevention nell’annuncio. I funzionari dell’agenzia hanno affermato di essere profondamente preoccupati per la mancanza di trasparenza della Cina sull’epidemia, in particolare per il suo fallimento nel monitorare e classificare varianti e sottovarianti che circolano all’interno dei suoi confini.

Il requisito del test si applica ai viaggiatori aerei indipendentemente dalla loro nazionalità e stato di vaccinazione, hanno affermato i funzionari del CDC. Questo vale anche per i viaggiatori dalla Cina che entrano negli Stati Uniti attraverso un paese terzo o che si collegano ad altre destinazioni attraverso gli Stati Uniti. L’Italia e il Giappone hanno già imposto restrizioni simili e l’India ha imposto rapporti sui test Covid-19 e controlli casuali negli aeroporti per i passeggeri in arrivo da Cina, Giappone, Corea del Sud, Hong Kong e Tailandia.

Ma il presidente Donald J. Come hanno fatto quando Trump ha imposto limiti di viaggio per la pandemia, alcuni esperti si chiedono se il requisito dei test servirà a qualcosa, soprattutto perché i casi continuano ad aumentare in alcune parti degli Stati Uniti. Nel nord-est, gli scienziati affermano che la diffusione del virus è alimentata Un sottotipo omicronXBB, che si diffonde più velocemente di quello associato alla variante dominante a Pechino.

“Capisco perché debba essere fatto politicamente, ma la linea di fondo è che è un falso senso di sicurezza che stiamo effettivamente rallentando la diffusione”, ha detto Michael D. ha affermato Osterholm, direttore del Center for Infectious Disease Research and Policy. Università del Minnesota.

READ  Elon Musk ha fatto causa a Twitter per un affitto di $ 136.260 dopo l'acquisizione | Cinguettio

L’epidemia di Covid in Cina è peggiorata negli ultimi giorni, con segnalazioni dei governi locali Centinaia di migliaia di contagi al giorno. Video ottenuti dal programma del New York Times I pazienti malati stanno affollando i locali dell’ospedale. Ma è difficile monitorare la situazione in tempo reale a causa della Cina Trusted non pubblica dati covid.

Il CDC ha annunciato mercoledì che sta espandendo un programma volontario di sorveglianza genetica che cerca nuovi ceppi in tamponi anonimi prelevati da viaggiatori internazionali nei principali aeroporti statunitensi, tra cui Los Angeles e Seattle.

Alcuni esperti temono che invece di incoraggiare una maggiore apertura da parte della Cina, la politica renderà i cinesi ancora meno attraenti.

“La strategia più importante ora è migliorare il nostro impegno politico e diplomatico con la Cina”, ha affermato il dottor Carlos Del Rio, epidemiologo della Emory University, che ha affermato di temere che la nuova politica dell’amministrazione Biden funzionerà “nella direzione opposta”.

Ma Jennifer Nasso, direttrice dell’Epidemiology Center presso la Brown University School of Public Health, ha affermato che l’amministrazione non ha avuto scelta.

“Penso che stiano cercando di fare pressione sulla Cina per mantenere i suoi obblighi internazionali”, ha detto, aggiungendo che il “contratto di accordo” che invita i paesi a condividere i dati su un’epidemia “funzionerà solo se i paesi chiamano”. Cattivo comportamento.”

Dopo tre anni di insistenza sulla politica “Zero Covid”, la Cina l’ha creata Una svolta improvvisa Ha eliminato la politica all’inizio di dicembre dopo che le proteste di massa per i blocchi hanno minacciato il Partito Comunista al potere. Da allora, c’è stato un drammatico aumento del numero di casi a Pechino.

READ  Uno strano "vortice" appare nel cielo notturno sopra le Hawaii Spazio

Una delle principali preoccupazioni tra i funzionari della sanità pubblica è che la popolazione cinese ha una bassa immunità naturale, consentendo al virus di diffondersi rapidamente. La rapida diffusione crea nuove opportunità per l’evoluzione del virus, il che comporta il rischio che nuove varianti emergano e si diffondano in altre parti del mondo.

Ciò non significa che la variante più pericolosa della Cina emergerà presto, affermano gli scienziati. Nell’ultimo anno, le persone negli Stati Uniti sono state colpite da ondate di sottotipi di Omicron. Ma poiché le persone in Cina sono essenzialmente isolate da quelle versioni del virus, chiunque di loro potrebbe arrivarci, hanno detto gli scienziati.

“In un certo senso, qualunque cosa decollerà per prima dominerà”, afferma James Wood, esperto di malattie infettive presso l’Università del New South Wales a Sydney.

Mentre si ritiene che alcune varianti del passato siano emerse quando il virus è mutato durante lunghe epidemie in persone con un sistema immunitario compromesso, l’entità della trasmissione in un determinato luogo non determina di per sé la probabilità che si evolvano nuove varianti.

“C’è un argomento secondo cui più persone sono infette, maggiori sono le opportunità di mutazione e lo sviluppo di nuove varianti”, afferma Jeffrey Shaman, modellatore di malattie infettive presso la Columbia University. Le nuove varianti si sviluppano principalmente da persona a persona o all’interno di individui che soffrono di infezioni estese”.

Scienziati a Hong Kong hanno riferito che la sottovariante omicron Conosciuto come BF.7 per l’esplosione di Pechino. Quella variante è una sottoserie del BA.5, che fino a poco tempo fa dominava gli Stati Uniti. Ma il BF.7, mentre è negli Stati Uniti da diversi mesi, non mostra segni di superare le altre versioni dell’Omicron nel paese.

READ  Le banche statunitensi si preparano alla contrazione dei profitti e alla recessione

Il CDC stima che BF.7 fosse del 4% alla fine di dicembre, ed è stato basso da novembre. Altri sottotipi di Omicron, tra cui XBB, che gli scienziati ritengono siano più abili nell’eludere le risposte immunitarie esistenti, sono ora più comuni negli Stati Uniti.

Negli Stati Uniti, il CDC ha stimato la scorsa settimana che il sottotipo XBB è cresciuto fino a quasi un quinto del paese, rispetto al solo 3% di un mese fa.

XBB si sta diffondendo particolarmente rapidamente negli Stati Uniti nordorientali, hanno affermato gli scienziati, rappresentando oltre la metà delle nuove infezioni. Sembra avere un vantaggio rispetto alle sottovarianti BQ.1 Omicron che hanno recentemente dominato gli Stati Uniti, hanno detto gli scienziati.

Gli scienziati sono nelle prime fasi dello studio del sottotipo XBB. È stata rilasciata una versione ancora più recente di quella sottovariante chiamata XBB.1.5, hanno detto. I primi studi suggeriscono che la nuova versione è efficiente nell’eludere le risposte immunitarie esistenti e nel legarsi alle cellule umane.

Gli scienziati hanno affermato che sarà importante cercare nuove varianti, soprattutto nei prossimi mesi, quando più persone in Cina avranno sviluppato l’immunità da precedenti infezioni e il virus sarà sottoposto a una maggiore pressione per evolversi lì.

Il dottor Wood dell’Università del New South Wales ha dichiarato: “Sarebbe utile riassumere il tipo di variazione che la Cina sta vedendo. “Altrimenti, alla fine, verrà raccolto dalla sorveglianza genetica in Europa o in America o nei luoghi in cui le persone viaggiano”.

Tuttavia, ha detto, a questo punto, la Cina non rappresenta un grosso rischio di creare una nuova variante.

“Abbiamo avuto il maggior numero di infezioni a livello internazionale”, ha detto. “Sono più infezioni che nella sola Cina”.

Emilia Ande E Karan Deep Singh Rapporto contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *