Il tasso di inflazione CPI diminuisce poiché i prezzi dei servizi mostrano un miglioramento; L’S&P 500 è salito

L’inflazione CPI è diminuita più rapidamente del previsto a dicembre. Tuttavia, l’inflazione di fondo, che esclude cibo ed energia, è diminuita solo in linea con le previsioni a causa dell’ostinata inflazione dei servizi. L’S&P 500 è stato leggermente più alto giovedì pomeriggio Attività di borsa Dopo la pubblicazione dell’indice dei prezzi al consumo.




X



Il tasso di inflazione CPI è sceso al 6,5% dal 7,1% del mese precedente. Le aspettative di Wall Street erano del 6,6%. L’indice dei prezzi al consumo è sceso dello 0,1%.

L’IPC core è aumentato dello 0,3% rispetto ai livelli di novembre, come previsto. Il tasso annuo di inflazione core è sceso dal 6% al 5,7%. L’inflazione core CPI è salita al minimo di 40 anni del 6,6% a settembre.

Giovedì, il Dipartimento del lavoro ha anche ridotto le nuove richieste di indennità di disoccupazione da 1.000 a 205.000 nella settimana fino al 7 gennaio.

Pepe. Rallenterà il ritmo degli aumenti dei tassi a un quarto di punto con la sua prossima azione politica il 1°. aumentato al 93% Dopo l’IPC, è aumentato del 77% rispetto al giorno precedente.

La misura in cui la banca centrale continuerà ad aumentare successivamente dipenderà dall’IPC piuttosto che dalla crescita dei salari, che è fondamentale per le prospettive dell’inflazione nel settore dei servizi. La buona notizia per i mercati che ha alimentato il recente tentativo di rally dell’S&P 500 è che la crescita dei salari ha mostrato un sorprendente rallentamento a dicembre.

Reazione dell’S&P 500 al rapporto CBI

Nonostante le probabilità di un altro forte rialzo dei tassi, l’S&P 500 inizialmente ha oscillato tra modesti guadagni e perdite prima di diventare modesto nel pomeriggio. L’S&P 500 è salito dello 0,5% alle 13:45. Il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,7% e il Nasdaq Composite dello 0,6%.

Nel frattempo, il rendimento dei Treasury a 10 anni è sceso di 10 punti base al 3,45%, avvicinandosi al livello più basso da settembre.

READ  Cowboy contro Momenti salienti dei 49ers: San Francisco spazza Dallas nel turno di divisione

Il recente rally dell’S&P 500 ha guadagnato slancio da metà ottobre il 6 gennaio, alimentando le speranze che la Fed taglierà gli aumenti dei tassi prima che i dati inaspettati sull’inflazione salariale facciano precipitare l’economia.

Un rally alimentato dal rapporto sull’occupazione ha sollevato l’S&P 500 entro lo 0,4% della sua media mobile a 200 giorni. Gli ultimi due tentativi di rally hanno vacillato a quel livello, ma questo potrebbe avere delle gambe.

L’S&P 500 ha chiuso mercoledì del 13,7% al di sopra del suo minimo intraday del mercato ribassista del 13 ottobre, ma del 17,6% al di sotto della sua chiusura di tutti i tempi.

Non dimenticare di leggere le IBD Quadro generale Essere sincronizzati con la direzione del mercato ogni giorno significa cosa significa per le tue decisioni di trading.

Powell della Fed sposta l’attenzione dall’IPC ai salari

Un ulteriore calo del tasso di inflazione CPI potrebbe consentire all’S&P 500 di continuare a salire, ma non sarebbe un catalizzatore.

La crescita dei salari è fondamentale per le prospettive politiche della banca centrale, così gli investitori hanno festeggiato Rapporto di lavoro di dicembre ha mostrato un forte calo nel quarto trimestre. La retribuzione oraria media è aumentata del 4,6% rispetto a un anno fa, al di sotto delle previsioni del 5%, dando il via all’attuale rally dell’S&P 500. La crescita dei salari è scesa al livello più lento dall’agosto 2021, in calo di un intero punto percentuale rispetto al picco di marzo.

Con i salari che crescono a un tasso annuo del 4% nel quarto trimestre, la crescita dei salari si sta avvicinando all’obiettivo del 3,5% del presidente della Fed Jerome Powell. Una crescita della produttività di circa l’1,5% e una crescita dei salari del 3,5% potrebbero portare l’inflazione fino all’obiettivo del 2% della banca centrale.

READ  Borse europee in rialzo su speranze di 'atterraggio morbido', la Cina riapre

Il tasso di inflazione più importante in futuro Le spese per consumi personali (PCE) sono i servizi meno l’energia e l’abitazione, afferma Powell. L’inflazione dei prezzi delle materie prime sta rallentando e lo stesso è probabile per l’inflazione delle abitazioni nel 2023, poiché gli affitti di mercato ristagnano. Tuttavia, escludendo l’edilizia abitativa, è probabile che l’inflazione dei servizi non energetici aumenti finché la crescita dei salari rimane elevata.

Andamento dell’inflazione dei servizi

L’S&P 500 è stato inizialmente scosso dopo che il rapporto CPI ha mostrato che l’inflazione doveva ancora iniziare ad allentarsi nei prezzi dei servizi non energetici, che influiscono sul 56% dei bilanci dei consumatori. I prezzi dei servizi principali sono aumentati dello 0,5% nel mese e del 7% rispetto a un anno fa. 6,8% a novembre.

Tuttavia, ciò è dovuto al modo in cui il dipartimento del lavoro calcola l’inflazione delle famiglie. Mentre le nuove tariffe per gli alloggi in affitto sono in calo da mesi, ci vorrà circa un anno perché ciò si rifletta pienamente nei contratti di locazione rinnovati e nell’IPC.

Alcuni analisti hanno sottolineato che i prezzi dei servizi esclusi gli alloggi sono aumentati del 7,4% rispetto a un anno fa. Tuttavia, tale categoria include i prezzi per i servizi energetici, che sono aumentati del 15,6% rispetto a un anno fa. Escludendo energia e alloggio, i prezzi dei servizi sono aumentati di circa il 6,2% rispetto a un anno fa.

L’IPT ha apportato alcune modifiche per avere un’idea migliore di come i dati sull’inflazione dei servizi di base CPI si confrontino con l’attenzione di Powell sui servizi di base PCE meno gli alloggi. L’unica aggiunta è stata il cibo fuori casa, che fa parte del settore dei servizi PCE. Vengono detratti l’affitto del capitale proprio, l’affitto dell’abitazione principale e l’assicurazione sanitaria che non vengono inseriti nei dati sull’inflazione PCE.

READ  Kirby Smart della Georgia lancia una sfida brusca a Stetson Bennett dopo un'entusiasmante vittoria: "Deve giocare meglio"

I dati recenti sembrano generalmente positivi. Mentre i prezzi per questo insieme di servizi principali sono aumentati del 6,5% rispetto a un anno fa, la tendenza annuale di 3 mesi è migliorata al 5% dal 6,5% di novembre e dal 7,1% di ottobre.

Nel frattempo, l’inflazione dei prezzi delle materie prime, esclusi alimentari ed energia, è diminuita rispetto agli aumenti a due cifre di inizio anno. Questo progresso è continuato fino a dicembre. I prezzi delle materie prime core sono diminuiti dello 0,3% nel mese. Ciò ha portato l’inflazione su base annua al 2,1% dal 3,7% di novembre.

Dettagli del rapporto sull’inflazione CPI

I prezzi per auto e camion usati sono diminuiti del 2,5% nel mese e ora sono inferiori dell’8,8% rispetto a un anno fa. I prezzi dei veicoli nuovi sono diminuiti dello 0,1% rispetto a novembre, mentre gli aumenti annuali dei prezzi sono stati del 5,9% rispetto al 7,2% del mese precedente.

I prezzi dell’energia sono scesi del 4,5% nel mese, mentre l’aumento annuo è stato del 7,3% dal 13,1% di novembre.

I prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati dello 0,3% nel mese mentre la crescita annua è rallentata al 10,4% dal 10,6%.

Gli affitti per un residente principale e gli affitti equivalenti al proprietario-occupante sono aumentati rispettivamente dell’8,3% e del 7,5% rispetto a un anno fa. Entrambi sono aumentati dello 0,8% nel mese.

I prezzi per i servizi di trasporto sono aumentati dello 0,2% nel mese e del 14,6% rispetto a un anno fa.

I prezzi dei servizi medici sono aumentati dello 0,1% nel mese, dopo essere scesi dello 0,7% e dello 0,6% nei due mesi precedenti. Ciò rappresenta un aumento annuo del 4,1%.

Potrebbe piacerti anche:

Unisciti a IBD Live e impara le migliori tecniche di lettura dei grafici e di trading dai professionisti

Cattura le prossime azioni vincenti con MarketSmith

Come guadagnare con le azioni in 3 semplici passaggi

Questo nuovo grafico centrale dell’inflazione è importante per l’S&P 500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *